Home Week BIBLOS In Plethora le poesie di Antonella Rizzo

In Plethora le poesie di Antonella Rizzo

Verrà presentato sabato prossimo, alle 17, nello Studio fotografico Fototanit di Aprilia, «Plethora», l’ultimo libro della poetessa Antonella Rizzo. Oltre a lei, interverrà il poeta Antonio Veneziani. Ecco come lo stesso Veneziani descrive la sua poesia: «Il punto di convergenza dei suoi versi sta nell’esperienza di una parola, declinata con molta attenzione e con una dicibilità che un po’ conduce per mano il lettore e un po’ lo spiazza, mantenendo sempre però un tono re una tenuta ineccepibile. Le parole si sgrovigliano tra causa ed effetto, tra conoscenza e mistero, immancabilmente con una percezione poetica che incanta e incatena alla pagina». Pubblicato dalle Nuove Edizioni Aldine, la casa editrice che fa capo alla Cooperativa Utopia 2000 onlus, il libro è diviso in quattro sezioni: Genesi, Fuori dal corpo, Dell’arte nel corpo (Reciprocità), Eros e Thanatos. Quelli di Antonella Rizzo, in particolare, sono versi fendenti, anche se la sua è poesia studiata, riflessiva. Ma sta proprio qui la sua grandezza. Nella copertina del libro «L’iride del tempo», un’opera della pittrice Emanuela Del Vescovo. Nata a Roma, Antonella Ricco vive a Campoleone. E’ poetessa, scrittrice, docente, giornalista, performer. Ha pubblicato: Il sonno di Salomè (Edizioni Tracce), Confessioni di una giovane eretica (Edizioni Lepisma), Cleopatra. Divina Donna d’Inferno (Fusibilialibri), Iratae pièce teatrale con Maria Carla Trapani (Fusibilialibri). Ha curato i volumi Come fiori di ciliegio e Il morso verde (Racconti dall’invidia, Fusibilialibri). È presente in molte antologie di poesia contemporanea. Infine, scrive recensioni letterarie e musicali sul quotidiano d’informazione on line «Giroma» e cura la rubrica «Indicazioni» sul periodico culturale «Diwali rivista contaminata» e su «Culturamente».