Giorgia Meloni: “Zaccheo riunisca il centrodestra, Latina è una priorità”

Giorgia Meloni: “Zaccheo riunisca il centrodestra, Latina è una priorità”

CONDIVIDI

«Come ho detto in occasione della presentazione della mia candidatura nel collegio nord della provincia, una volta eletta intendo adottare la città di Latina per la storia che rappresenta e per gli uomini di centrodestra che l’hanno governata. Il mio obiettivo è quello di unificare il centrodestra e rilanciare un’area politica che negli ultimi anni, per le troppe lotte intestine, non ha dato una buona immagine di sé. Naturalmente non è possibile pensare ad un’impresa simile senza coinvolgere chi negli ultimi passati è stato il principale punto di riferimento di quest’area politica e di questa comunità, andando anche oltre le appartenenze di partito, tanto da risultare uno tra i deputati e i sindaci più votati e apprezzati d’Italia. Rivolgo, dunque, questo appello a Vincenzo Zaccheo e a tutta la comunità politica che rappresenta, nella consapevolezza che, conoscendone bene il carattere, sin dal giorno dopo le elezioni, mi incalzerà per affrontare insieme i temi a lui cari, legati a questa città e a questa terra meravigliosa».

È quanto dichiara il presidente di Fratelli d’Italia e candidato premier, Giorgia Meloni.

«C’è bisogno – prosegue – che le peculiarità di Latina e della sua provincia vengano messe a sistema in un’azione di governo che faccia ripartire l’economia e traini lo sviluppo di questo territorio, riprendendo anche e soprattutto alcuni progetti interrotti e abbandonati. Penso al nuovo polo ospedaliero di Borgo Piave, oggi più che mai necessario visto il bacino d’utenza e i bisogni della popolazione di tutto l’hinterland: dai Lepini ad Aprilia, che deve contare su di nosocomio come il Santa Maria Goretti ormai vecchio e inadeguato. Penso alla sede di una nuova facoltà universitaria d’eccellenza a Palazzo M per ridare vita al centro storico del capoluogo. Penso allo sviluppo della Marina seguendo le linee guide tracciate dal concorso internazionale d’idee lasciato in eredità da chi ha sempre avuto a cuore le sorti della città e del nostro territorio. Penso al Porto di Foceverde, inserito nel piano della portualità della Regione. E penso anche a tanti altri progetti che giacciono nei cassetti del comune e di cui sta beneficiando anche l’amministrazione di estrema sinistra che oggi governa Latina».

«Dunque il centrodestra deve fare un grande sforzo per consegnare una prospettiva certa di sviluppo, lavoro, sicurezza e benessere alle nuove generazioni. Il mio non è un appello in chiave elettorale ma una richiesta perché possa mettersi al servizio di questa terra e di questa città. Caro Vincenzo, credo fermamente che il tuo impegno possa far bene alla politica, tutta, per quello che rappresenta la tua storia. Oggi posso promettere solo una cosa: Latina, città simbolo della destra storica, nata dalla bonifica e dalla titanica impresa di quei pionieri che seppero plasmare la natura selvaggia di queste terre, dal 4 marzo in poi sarà al centro dei pensieri del nuovo governo di centrodestra della Nazione», conclude il presidente di FdI.