Home Week SIPARIO Dal romanzo alla pièce, ecco la tragedia del tango argentino

Dal romanzo alla pièce, ecco la tragedia del tango argentino

Buenos Aires, giugno 1978. In nome dell’orrore l’Argentina della junta militare si prepara al trionfo dei mondiali di calcio, gli oppositori vengono prelevati dalle case e fatti sparire nel nulla. Sono i desaparecidos. Buenos Aires, giugno 2018, scompaiono altri ragazzi. Josè Cavalcanti, investigatore privato che trasforma nell’ora di pranzo il suo pied à terre in un’alcova per gourmet, è ingaggiato da una sua ex fiamma per ritrovare il figlio adolescente desaparecido. Nella cornice di notti etiliche, ritmate da tanghi malinconici, tra ufficiali in pensione, spie sempre in azione, magistrati politicizzati, prostitute sotto mentite spoglie, dottori della morte pentiti, operai senza futuro, immigrati italiani nostalgici, Cavalcanti scoprirà che i ragazzini scomparsi sono parenti dei sostenitori della junta militare. Ma chi li ha rapiti e perché? Qual è la sorte che li attende? In sella al suo sidecar Ural, con l’aiuto-chef Cholo e i dogo Clan & Destino, Cavalcanti scoprirà una verità tragica e amara.

Ed ecco che un romanzo diventa pièce teatrale. Bell’appuntamento nel palinsesto di Giallolatino, il festival del giallo e noir. Conducono Alessandro Vizzino, Annalisa Muzio e Renata Tomasini, intervengono Gian Luca Campagna, scrittore, SiddharthaPrestinari, attrice e regista, Gianluca Cassandra, produttore teatrale. Le musiche sono di Marco Lo Russo, in scena Giorgio Bastonini, Cristina Pansera, Geremia Danti, tangueros Daniela Orlacchio& Roberto Nicchiotti. Appuntamento a domenica 25 novembre ore 20.30 presso il Teatro Moderno in Via Sisto V a Latina.