Assisi, Festival Tra_Me: dalla Genisi a Pupi Avati

Assisi, Festival Tra_Me: dalla Genisi a Pupi Avati

CONDIVIDI

Tra_Me Giallo Fest Assisi è la rassegna dedicata al giallo che si svolgerà ad Assisi dal 15 al 18 marzo 2018. Alcuni tra i più importanti autori presentano i loro ultimi libri e raccontano i segreti di un genere che continua ad appassionare milioni di lettori.
Il noir è ormai diventato la narrazione più efficace per raccontare la complessità del mondo che ci circonda. La qualità che ha ormai assunto, sia in ambito letterario che cinematografico, non consente più di relegarlo dentro gli angusti confini di un genere minore.
Il noir oggi è qualcosa di più e di diverso. È un mezzo per sondare gli abissi più oscuri e impenetrabili dell’animo umano, una zona di frontiera dove poter tratteggiare i tanti misteri e le tante illegalità che caratterizzano il nostro paese e che nemmeno i giornali sono più in grado di narrare.
Un giallo è un contenitore all’interno del quale far affiorare le zone d’ombra delle nostre vite, il lato nascosto, gli aspetti più oscuri e inquietanti, gli enigmi irrisolti. Storie dove il male attraversa anche le esistenze più rispettabili e dove nessun uomo è perduto per sempre. Trasportare questa forma espressiva in una città con le caratteristiche di Assisi rappresenta per noi una sfida.
Abbiamo accolto in questo nostro festival un’idea più ampia e nobile del noir, evitando qualsiasi possibile concessione al trash o agli effettacci da cronaca nera che rimbalzano dai nostri salotti televisivi pomeridiani.

Incontri con autori, presentazioni, conversazioni che scateneranno in noi curiosità, alimenteranno paure procurandoci un piacevole “straniamento”. Un viaggio tra immagini e parole al termine del quale niente sarà più come prima.
Ma vediamo il programma. Il 15 marzo, TraMe Giallo Fest Assisi 2018 parte alle ore 9.30 al Palazzo Monte Frumentario con “La scoperta del mistero laboratori ludico-didattici a cura di Sara Magnoli”, una serie di laboratori che coinvolgeranno i bambini in maniera interattiva stimolandone la fantasia, la creatività e l’inventiva. Alle 16, nella Sala delle Logge, ci sarà l’inaugurazione di “NoiRitratti”, una mostra fotografica che vuole raccontare una vicenda misteriosa di luce ed ombra immersa in un’atmosfera noir. Sullo sfondo il paesaggio urbano di Assisi colto nel suo lato più oscuro e sorprendente. La mostra è visitabile sino al 23 marzo 2018.

Alle 17 nella Sala della Conciliazione del Palazzo dei Priori, la presentazione del libro Formicæ di Piernicola Silvis: l’ex Questore di Foggia racconta in un giallo mozzafiato una vicenda ambientata nella sua Puglia dominata dalla quarta mafia, quella del Gargano, mentre alle 18, al Teatro Metastasio, ci sarà “Chrome Scene live drawing & painting”, con oltre 30 disegnatori e un Sound Newcombe dj set per dipingere dal vivo il giallo, il noir e tutti i colori del crimine. Prevista la personalizzazione di etichette di Birra Perugia e disegni dal vivo su grande formato. L’evento si prolungherà sino alle 23.30. Alle 18.30, al Palazzo Monte Frumentario “Il Buio dentro”, incontro con Piegiorgio Pulixi, Antonio Lanzetta, Sara Biliotti e Barbara Baraldi “L’oscurità è parte integrante della narrativa noir. Non il buio che si crea quando si spegne la luce ma il lato più nascosto ed oscuro dell’animo umano. Attorno a questo filo conduttore – anticipano gli organizzatori – gli autori coordinati da Luca Briasco raccontano le loro storie cariche di mistero”.

Il 16 marzo, gli appuntamenti di TraMe Giallo Fest Assisi 2018 partono dalle 9.30 al Palazzo Monte Frumentario, sempre con i laboratori a cura di Sara Magnoli. Alle 10 al Teatro Metastasio, “Scrivere per Dylan Dog il Detective dell’incubo”: gli studenti degli istituti superiori incontrano Barbara Baraldi, sceneggiatrice storica di questo personaggio dei fumetti di grande successo che racconterà agli studenti i segreti del suo lavoro. Alle 12 a Santa Maria degli Angeli, Palazzo Capitano del Perdono, l’inaugurazione della mostra fotografica di Andrea Cova “ Dal gineceo di Gayuk”, mentre alle 16, sempre al Palazzo Capitano del Perdono, va in scena “Universo Noir”, conversazione con Francesco Zampa e Riccardo Bruni. Protagonista dei racconti dello scrittore assisano Zampa è l’integerrimo ed appassionato maresciallo Franco Maggio; l’autore converserà sui diversi modi di declinare il genere giallo con lo scrittore già candidato al premio Strega con La Notte delle Falene Riccardo Bruni.

Alle 17.30 al Palazzo Monte Frumentario va in scena “Una commissaria da amare”, incontro con Gabriella Genisi che parlerà della ‘sua’ commissaria Lolita Bosco, una commissaria di Bari che non disdegna i tacchi alti e che ha una passione smodata per i buoni piatti della tradizione barese. Alle 19 nella stessa location, gli eventi di TraMe Giallo Fest Assisi 2018 proseguono con “I Terribili vecchietti”, conversazione con Marco Malvaldi, uno dei più popolari ed amati giallisti italiani e autore della saga dei vecchietti del BarLume dalla quale è stata tratta una serie televisiva interpretata da Filippo Timi. L’autore sarà intervistato da Paolo Mirti, curatore del festival di Senigallia “Ventimilarighesottoimari in giallo”. Al termine dell’incontro, degustazione di vini toscani al Circolo Fortini. Alle 21, infine, al Piccolo Teatro degli Instabili, va in scena “La ragazza che doveva sparire”, dedicato alla vicenda della 25enne studentessa pugliese scomparsa a Perugia il 16 novembre del 2006. Italo Carmignani, responsabile della redazione umbra del Messaggero, ripercorre il fatto di cronaca attraverso immagini e testimonianze.

Il 17 marzo il programma di TraMe Giallo Fest Assisi 2018 si apre alle 10.30 nella Sala della Conciliazione con “La Storia in Nero”, incontro con lo storico Jean-Claude Maire Vigueur che racconta un episodio poco noto. Il 3 novembre 1505, Giulio d’Este, figlio naturale del defunto duca di Ferrara Ercole e fratellastro dell’allora duca Alfonso, fu aggredito da una banda e ferito gravemente. A dare l’ordine fu il cardinale Ippolito d’Este, altro figlio legittimo del duca Ercole. Alle 11.30 a Palazzo Monte Frumentario, la presentazione in anteprima del libro “Osservatore oscuro” di Barbara Baraldi. Nel pomeriggio alle 16, nella Sala della Conciliazione, “Follia Maggiore” incontro con il giornalista e autore televisivo Alessandro Robecchi che ha pubblicato negli ultimi anni una serie di gialli di grande successo che vedono come protagonista il detective per caso Carlo Monterossi. Alle 17.30 al Palazzo Monte Frumentario, va invece in scena “Fiori sopra l’inferno”, presentazione del libro di Ilaria Tuti con protagonista il commissario Teresa Battaglia. Alle 18, al Palazzo Capitano del Perdono di Santa Maria degli Angeli, “Il Divo e il Giornalista – Fotogrammi dal processo per l’omicidio di Mino Pecorelli”, ossia la presentazione del libro di Alvaro Fiorucci e Raffaele Guadagno che ricostruisce il processo per l’omicidio del giornalista, avvenuto a Roma il 20 marzo 1978; coordina Valter Vecellio, giornalista Rai del TG2. Ad Assisi alle 19, nella Sala degli Sposi di Palazzo Vallemani, “ Sotto il segno di Caino”, con la direttrice del Museo dei Diamanti di Ferrara, Maria Luisa Pacelli, che fa una panoramica sulla storia dell’arte e le rappresentazioni dell’idea del crimine e quella del castigo”.

Infine, nella sua giornata conclusiva, TraMe Giallo Fest Assisi 2018 propone una visita guidata di Assisi: si parte alle 9 da Piazza del Comune con un “Viaggio tra i misteri di Assisi”: Dal giallo della Domus romana di Properzio fino alle vicende degli ebrei nascosti nelle case e nei conventi di Assisi, sono tanti i misteri che hanno segnato la storia di questa città. Alle 11.30 nella Sala della Conciliazione, “Napoli Noir”, conversazione con Piera Carlomagno e Alessandra Pepino, due autrici che riescono, attraverso le loro storie gialle, a raccontare Napoli, straordinaria città, e il suo mare, con grande passione e talento, rifuggendo dai luoghi comuni.Alle 16 nella stessa location, “Psicothriller”, Wulf Dorn (uno dei più apprezzati autori europei di noir ed è considerato il massimo esponente del cosiddetto psicothriller) intervistato da Massimo Cirri, psicologo e scrittore e conduttore della popolare trasmissione radiofonica Caterpillar. Alle 17.30 al Palazzo Monte Frumentario, Massimo Carlotto, inventore del personaggio dell’Alligatore, sarà intervistato dal critico letterario Valerio Calzolaio, mentre alle 18.30 al Palazzo Capitano del Perdono, va in scena “Il Giallo Gotico”, incontro con Pupi Avati. Giallo gotico à quel particolare genere caratterizzato da atmosfere cupe, a metà tra l’horror ed il giallo tradizionale e Avati, uno dei più popolari registi italiani, ne parlerà con lo scrittore romano Enrico Luceri.