Home Week SIPARIO La morte di Danton in scena all’Argentina

La morte di Danton in scena all’Argentina

Dal 16 al 28 maggio al Teatro Argentina di Roma ecco ‘Morte di Danton’, di Georg Büchner, traduzione Anita Raja, regia e scene Mario Martone, con (in ordine alfabetico) Giuseppe Battiston, Fausto Cabra, Giovanni Calcagno, Michelangelo Dalisi, Roberto De Francesco, Francesco Di Leva, Pietro Faiella, Gianluigi Fogacci, Iaia Forte, Paolo Graziosi, Ernesto Mahieux, Totò Onnis, Carmine Paternoster, Irene Petris, Paolo Pierobon, Mario Pirrello, Luciana Zazzera, Roberto Zibetti e con Matteo Baiardi, Vittorio Camarota, Christian Di Filippo, Claudia Gambino, Giusy Emanuela Iannone, Camilla Nigro, Gloria Restuccia, Marcello Spinetta, Beatrice Vecchione.
La Morte di Danton è un dramma in quattro atti di Georg Büchner, scritto tra il gennaio e il febbraio 1835. Fu pubblicato nello stesso anno col sottotitolo Dramatische Bilder aus Frankreichs Schreckensherrschaft (Immagini drammatiche del Terrore in Francia).
La prima rappresentazione dell’opera ebbe luogo solamente il 5 gennaio 1902 nel teatro Belle-Alliance di Berlino, prodotto dalla Vereins Neue Freie Volksbühne, perché fu a lungo considerata non rappresentabile. Infatti, benché il dramma sia intitolato alla vittima, è verosimile che Büchner tifasse per i carnefici, essendo in fuga dalla patria proprio per le sue idee giacobine[1]. Il giusto valore del dramma, come quello di altre sue opere, fu riconosciuto soltanto nell’età del Naturalismo.

costumi Ursula Patzak
luci Pasquale Mari
suono Hubert Westkemper
registi collaboratori Alfonso Santagata e Paola Rota
scenografo collaboratore Gianni Murru
si ringrazia per la collaborazione Bruno De Franceschi